Tapasudana

Balinese actor, giving workshop theatre Tribuana, live in Montreuil now, in France since 1974; Contact Skype: tapasudana

My Photo
Name:

Actor from Bali, Indonesia live in France since 1974, born in Bali 1945, contact: tapasudana45@gmail.com ; Créateur Serviteur émetteur de http://theatretribuana.blogspot.com/2008/05/eveiller-et-cultiver-lexpression-des.html

Thursday, April 05, 2018

Tribuana : teatro della vita, laboratorio, traductione di Google

Venerdi, 6 april 2018, 01h28

Conoscere gli altri è saggezza, conoscere se stessi è la via divina-interiore-saggezza verso l'illuminazione.
Con un sorriso interiore; per favore.


Prossimo workshop tribuana al Teatro del Montevaso, 23-27 Luglio 2018.
Teatro del Montevaso
s.p. Del Montevaso km 18
56034 Chianni (Pisa)
tel. 333 - 8592986 / 338 - 9397192

Per il prossimo workshop, Tribuana ti proporrà quali campi / lezioni tra 1-29 che desideri esplorare. Si prega di leggere i 29 campi sottostanti (n ° 0-28), e decideremo insieme, cosa ci offriranno 4 giorni di lavoro insieme.

Ciao, cari amici umani, acqua, aria, luce del sole, animale, vegetale, minerale, spirito e demoni ..... qualunque cosa contenga l'universo dal suo BIG BANG, io sono in te, tu sei in me, dappertutto, ma non dove, eppure ora qui - no dove, sto offrendo l'essenza e raggio di luce di ciò che ho preso da questa vita registrata da TIME e SPACE che condividiamo insieme. Questo magico viaggio della vita, l'unico (ci deve essere un'altra vita, molti di loro sono stato nel passato e sarà reincarnato nel futuro o no), come stiamo trattando in questa vita è ESSERE o NON BE..what? Come portatore di tradizione balinese (nato come I Gede Sudana, 21 settembre 1945, 22h00, a Denpasar Bali, poi nel 1974, ho creato con mio padre il nome evolutivo di autorizzazione: I Gede Tapa Sudana). Mia madre Ni Made Nurani e mio padre Gede Madera (ha creato 13 bambini, 8 maschi e 5 femmine tutti in vita fino ad ora (8 ottobre 2017). Sono la primogenita della sua prima moglie (4 figli, 4 figlie) e la seconda moglie (4 figli, 1 figlia)

FOTO, VIDEO, laboratorio teatrale Tribuana in alcuni paesi: Europa, N'Djamena, Caracas, Bogotà, per favore clicca qui.

Collegamento del lavoro subacqueo di Tapa Sudana, foto e video (600 video +) per favore clicca qui.


Cos'è Tribuana?
In breve: Tribuana tri = 3, buana = mondo / universo, quindi i 3 mondi dell'essere umano così come è manifestato nella forma del corpo umano, ci sono 3 parti principali che sostengono la vita umana:

  1. Testa simboleggiata dal triangolo.
  2. Organi digestivi che trasformano la materia in energia vitale, simbolizzata da un cerchio, un giro, un'ellisse.
  3. Organi sacri procreativi, simbolizzati da un quadrato, organi sessuali = gli organi riproduttivi 2 come UNO che ogni umano ne ha solo la metà, uno strumento sacro di creatività ancestrale; hmmm, prenditi buona cura di esso, altrimenti può scatenarsi, ribellarsi, un desiderio-ephemere-piacere .....
Ora, vediamo come queste 3 forme si trasformeranno in un fantoccio magico su un palcoscenico di teatro della mente (intendiamoci, per favore) come meraviglioso gadget tecnologico del terzo millennio come sotto.

Quindi vediamo nell'immagine ci sono 2 membri nella parte superiore della forma rotonda, braccio, le forze del braccio possono fare la guerra come amore, e nella parte di base, la forma di massa quadrata ha 2 membri, come gambe, per andare da uno posizionarsi su altri, passo dopo passo con saggezza, o saltare con cautela. Cosa c'è nel triangolo? ci sono 5 superfici e finestre di percezioni che hanno la capacità di assorbire le informazioni dall'esterno per essere trasformate e riformate in una performance in MIND. I boccioli di impulso interiore alle espressioni delle 3 sfere / mondi umani: espressione tribuova, unica.
Il lavoro nel negozio ...
Nel 1979 inizio ad offrire un laboratorio di maschere balinesi a Vaison la Romain, Avignone, in Francia. Da allora, molte richieste mi sono venute per dare un workshop in Francia, come ad Hérisson al Footsbarn Theatre, molti workshop residenziali in Italia, Grecia, Spagna, Germania, Amsterdam, n'Djamena / Tchad, Bogota, Caracas, partecipano a 7 Caminos Teatrales a Guanajuato, in Messico (conferenza 7 teatro master 2009). Ci sono molti video che ho fatto registrare da Magic TIME ofLIFE su youtube, parola chiave: workshop tribuana tapasudana e alcuni scritti su blogspot.com

Nella foto qui sotto, mostraci i collegamenti per logo di 3 forme, ognuna contenente informazioni in breve: collegamenti alla vita sulla terra, materia / massa / materiale / minerali, cielo / luce / idea.


Molti WORKSHOP di ALBUM DI FOTO ALBUM in Picasa
clicca qui

per foto e video Workshop Granara, Italia
FOTO + VIDEO

Tribuana 28 lezioni in francese, clicca qui

Strada Tribuana in greco, clicca qui
in greco, solo 21 lezioni tradotte, mi dispiace.

Tribuana intervistato 1, da Valentina Grigo al Teatro del Montevaso
per il progetto Grundtvig di Francesca Pompeo
Integrazione europea
clicca qui

Per vedere l'essere umano in 3 parti essenziali,
Ecco qui
come vede TriBuana, considera, vivi e coltiva, come dimora di AtMan, parte del Brahman e Brahman STESSO, il Grande creatore invisibile, l'origine del cosmo.

Il lavoro / via/strada/camino di TriBuana è
"Risvegliare e coltivare l'espressione
dei 3 mondi umani
Pensiero, energia della vita, corpo "

(aggiornato al 29 dicembre 2013)
Leggendo questo articolo, scivola e fai scorrere il mouse su alcune lettere sottolineate, contiene link o video, immagini o blog. godere ...
La mia opinione: a Bali, gli attori si comportano come un servo. Servono "qualcosa", qualcosa di più importante di loro, portano "quella cosa" nella vita, una storia da raccontare, o un personaggio da incarnare, o un oggetto da animare (portare alla vita), che deve essere onorato. In modo Tribuana, un attore dà anche vita a una canzone, a un movimento. Ciò significa che la storia (o altra "cosa servita") è più importante, più interessante, contiene più valore di loro. La storia / la "cosa" ha già una "vita". La "storia alta" include una migliore conoscenza, saggezza, nonché un percorso naturale (visibile o invisibile, comprensibile o incomprensibile) da seguire, celebrare, onorare.
Per rivelare questa vita (questo mistero, questa idea), gli attori devono mobilitare tutte le loro risorse, la loro capacità di dare vita, di reincarnare quelle cose in una rappresentazione vivente eseguita.
Il lavoro consiste nel risvegliarsi, essere consapevoli, coltivare e unificare, celebrare l'espressione dei tre mondi (corpo, energie della vita e pensiero) per arrivare ad una totale espressione attraverso una soluzione profonda, intelligentemente intellettuale, scientifico e anche acutamente intuitivo, analitico e globale allo stesso tempo. Naturalmente non possiamo sempre raggiungere quei parametri ideali, ma è importante essere nel percorso che ci porta alla destinazione ideale. Per essere capito, che una destinazione porterà al prossimo, al prossimo passo, e così via, master / guida è un dominio senza tempo nella vita.

Una storia, un'opera, una creazione teatrale, una storia d'amore devono portare i tre ingredienti naturali, creativi e generatori:
1. Coltiva l'intelligenza in modo creativo nel modo dell'armonia; quindi, deve rendere le persone più intelligenti, una brillante qualità del cervello chiara. L'intelligenza produce non solo teoria, conoscenza, ma fino a sapere come, cosa fare, cosa creare!
2. Dà una lunga vita alla sua essenza, la sua esistenza durerà oltre la sua presenza, più a lungo del suo tempo di vita fisica, oltre l'emozione, al di là di questa energia terrena della vita. Qualcosa ancora vivo oltre la loro morte. Lo spettacolo finisce, il messaggio della storia continua, il suo spirito è ancora vivo.
3. Deve avere l'effetto (magico) trasformante, trasforma l'attore / l'attrice, gli spettatori e il circondario (il mondo, "tre mondi"). In una forma contiene informazioni che trasformano ...... io, te e gli altri ....

Il campo di esplorazione comprende 29 lezioni: (0-28)

La preparazione è una sorta di "meditazione", iniziati per essere pronti a servire, a svegliare, a presentare. Questo presente è un PRESENTE.

1. Silat Tribuana (basato sulle arti marziali dall'indonesiano Pencak Silat, PGB Bangau Putih di Bogor, West Jawa, Indonesia, Klick qui un video, lo traduco come l'arte della sopravvivenza). Prevedere per questa lezione, preferibile vestirsi di bianco (pantaloni bianchi e T-shirt bianca se è possibile). E un altro video, Klick qui. Silat White Crane = (Persatuan Gerak Badan Bangau Putih) è stato creato da Bapak Suhu Subur Rahardja, 25 dicembre 1952 a Kebun Djukut, Bogor, West Java, Indonesia.
Fondatore: Subur Rahardja.



2. Tai Chi Tribuana (consapevolezza dei movimenti, attenzione profonda, realizzazione della coscienza dell'articolazione fisica ed energia = chi = prana = Ki in un flusso naturale). Energia più fine usata rispetto a Silat Tribuana. Alcuni video come riferimenti, trova su YouTube Gym Tribuana, fai clic su uno di essi, più di 70 ...

3. Chi Kung Tribuana, questo esercizio contiene coinvolgimento fisico e mentale, immagini, senso profondo, collegamento con l'energia cosmica, energia sottile, sottile, potente, grande, con calma e pacificamente, più fine rispetto al Tai chi Tribuana; Clicca qui per il video, per esempio

4. Koukoul Djagat, il lavoro di percussioni ispirato al Kodo (tamburo giapponese), per esercitare il lavoro in modo ritualistico, a ritmo (personale e di gruppo), resistenza, forza, voci dei Tre Mondi. Lo strumento di Kodo deve essere costruito. Ecco un video durante il workshop in Italia, il teatro del Montevaso
Ho la possibilità di lavorare su quel grande KODO Japanese Drum durante la creazione di Mahabharata di Peter Brook a Parigi, 9 mesi di prove, 9 ore di performance, con tour mondiale nel 1985-86.

5. Yoga Tribuana: essere in una postura statica, risvegliare la sensibilità della postura (asana) ed essere consapevoli del respiro e della sensazione, che rende possibile sentire l'impulso interiore, che attua un attore per l'azione e la realizzazione. Una postura statica è un nome del personaggio da giocare, da incarnare.

6. Pranayama Tribuana, esercizi di respirazione; ispirazione e scadenza dell'energia (per percepire e sperimentare vari tipi di energie); consapevole di 2 fasi respiratorie: espira, svuota, ispira, tiene pieno.

7. Pratica quotidiana di alcuni esercizi di salute taoista. Questo esercizio impegna: l'immagine, il movimento, il suono e le attività mentali (immagini) in collegamento con l'energia della vita come le emozioni, gli organi della digestione, i 5 elementi, i colori ... ecc.). Grazie ai 6 suoni curativi di Mantak Chia, ho la possibilità di seguire il suo insegnamento dal maestro Juan Li a Parigi, a Montpellier, in Francia. Ecco uno dei suoi video. Per gli attori che usano l'espressione emotiva, è necessario prendersi cura delle energie emotive della vita, utilizzate nell'arte del teatro, per dare alla vita un personaggio da recitare.




8. Tongkat: (creazione originale di Tribuana way di TapaSudana) Il lavoro del bastone; gli attori maneggiano il bastone e giocano con il bastone / tongkat; ripetere alcuni movimenti determinati con precisione. L'esercizio del bastone è ispirato dalle arti marziali allo scopo di riscaldamento, mantenimento della salute, lavoro in gruppo, meditazione e per risvegliare la sensazione di essere "pronti a seguire" (nella direzione in cui l'attore deve servire, segue e dà vita a un personaggio o una storia). Il partecipante ha invitato a portare con sé un bastone (di legno) di 35 mm di diametro, una lunghezza uguale a quella che separa i piedi dalle sopracciglia (terzo occhio). Ci sono blog su Tongkat Tribuana, con link video, clicca qui.

9. Lavoro con maschera. La maschera è considerata come appartenenza personale, strumento personale di espressione e considerata come oggetto sacro. I partecipanti sono invitati a portare la loro maschera personale. Video su maschera Tribuana rituale, rituale balinese. Maschera di danza, a Parigi, clicca per il video.  Mio padre ha fatto "maschera del naso" Topeng cunguh. Penasar, Punta Kartala, topeng Bali con immagine Soegeng .    maschera fotografica TapaSudana in Picasa


11. Lavora con lo strumento musicale / percussioni. Suono come "strumento" per raccontare storie. Suono come energia da usare nell'espressione.


12. Kéchak Tribuana: La storia di Kechak di Bali è stata un coro di tutti gli abitanti del villaggio che partecipano a questa danza / trance di Bali, con l'obiettivo di allontanare le malattie mortali contagiose, l'energia negativa / distruttiva o il disastro naturale che minaccia di distruggere la vita della gente, animale o vegetale. Questo "coro / danza" nel "ballo rituale" Sanghyang di Bali, darà la possibilità agli attori di lavorare sulla voce, sui ritmi collettivi, sulla coscienza e l'energia del gruppo. È un lavoro sull'armonizzazione, risveglia l'energia cosmica personale in un gruppo per le cure, per la gioia, per la salute, per la felicità della vita. Al giorno d'oggi, questa danza Kechak è diventata un'attrazione turistica molto popolare. Un video sull'esplorazione di Kechak durante il workshop Tribuana in Italia, Granara. Bambini balinesi che fanno kechak ora, in un villaggio a Bali, klick qui.

13. Musica etnica. L'attore è commosso, ballato e dalla musica etnica, cantando canzoni di vari paesi potrebbe essere sviluppato in improvvisazione. Canzone etnica come tema di improvvisazione per movimento e storia da improvvisare; i partecipanti possono portare e proporre la loro musica etnica. Il suono di uno strumento etnico trasporta tesoro etnico, semi antichi da assaggiare e crescere. Raccolta della canzone etnica Tribuana, clicca qui.

14. Bayu Swara, un'opera sulle sacre sillabe - il suono - la voce interiore personale: trovare, dare alla luce una sillaba ogni giorno. Una sillaba corrisponde a un suono ed è composta da una sola vocale e da 1 a 4 consonanti. La progressione di questo lavoro, la composizione della sillaba, si sviluppa in modo tale che la prima sillaba darà vita alla sillaba del secondo giorno; la sillaba / la realtà del secondo giorno dà vita alla sillaba / realtà del terzo giorno, ecc. Video su Tripass e Bayuswara, al ritiro Tribuana Cima Grappa, 2013. Per esaminare il mistero della sacra sillaba, è necessario essere consapevoli di lo strumento della voce, che produce suono in te, Tribuana ti propone di essere consapevole del tuo fisico / materiale nella tua bocca: denti, labbra, palato, gola, corde vocali, respiro. Le labbra producono: m, p, b. Lip + produce denti: v, f. Denti + lingua producono: t, d, n. Il bordo anteriore della lingua + palato produce: n, t, d. Lingua media + prodotto del palato: zz, sh, (notazione diversa in lingua diversa, i motivi esplorano con piena consapevolezza sul tuo "strumento per produrre il suono" nella tua bocca. G, K è prodotto dalla cartilagine della gola. lingua, denti, respiro, ecc. ecc. In questa immagine qui sotto, le vocali possono essere associate in una direzione.I consonanti emettono suoni se sono uniti alla vocale.Per le labbra alla gola, ci sono posto / organi / elementi del suono. organi (labbra, denti, lingua, palato, gola, respiro) producono ciò che consonante / suono: qualità del suono, emozione del suono, potenza del suono, deve essere esplorato nella mente, nelle emozioni, ecc.
15. Foglie d'autunno o pensiero di cristallo. Meditare (contemplare) frasi brevi che devono essere considerate come il cristallo del pensiero, i frutti della contemplazione. Per riflettere e scambiare opinioni, discutere argomento / problema in un gruppo, tutte queste attività sono il campo in cui il pensiero può essere coltivato e coinvolto al fine di produrre un linguaggio teatrale comune, una creazione comune basata su comprensione / comprensione comune, esperienze comuni , chiarire la destinazione / obiettivo comune in azione. Ho realizzato una canzone con queste parole, una saggezza / suggerimenti cantati.

16. Un lavoro nel gruppo e nel gruppo: consapevoli di essere membri di un gruppo, ricordare, al servizio del centro dell'interesse comune del gruppo, è necessario conoscere "la cosa magica e misteriosa che ci lega insieme ", sentire l'energia comune, l'impulso comune / intensione comune, che darà uno spirito animato per la storia da raccontare, che sarà poi condivisa pubblicamente. Consapevolezza di una "cosa / energia / storia" comune da sviluppare; allo stesso tempo gli attori rimangono aperti, attenti, sinceri, essenziali, quindi semplici e diretti a partecipare alla creazione. Comprendere / comprendere "teatralmente" significa essere in un'azione creativa. Un attore tribuanico che dice: "Ho capito", devono essere in grado di fare "qualcosa", di fare realtà, di realizzare la loro idea parlata, di portare avanti la loro comprensione in azione, creazione creativa.

17. Un lavoro sull'improvvisazione, creazione comune, che si relaziona con il lavoro in / su un gruppo. In questo lavoro 3 passi devono essere considerati bene: 1, conoscendo / comprendendo i partecipanti, 2, creando un linguaggio teatrale comune e 3, scegliendo / lavorando su "soggetto" in comune per servire / nutrirlo insieme che collega il membro del gruppo, che deve essere onorato, che è più importante di loro stessi durante quell'improvvisazione. Improvvisazione in uno spirito di festa.

18. Story telling, storia che viene raccontata dai partecipanti, o da me stesso, che darà il posto alle improvvisazioni. Trovare un linguaggio comune da esplorare e costruire insieme. Dare vita a una storia consiste nel trovare insieme l'impulso interiore della storia dentro di noi, un'opera in cui viene vissuta la condivisione.

19. TOTEM Tribuana .Un totem è una composizione oggetto / materiale, in modo tribuistico, che si sviluppa aggiungendo oggetto / qualcosa alla composizione precedente; il lavoro è come nutrire la realtà quotidiana. In un laboratorio residenziale, il totem sarà visitato in qualsiasi momento, potrebbe essere presentato l'ultimo giorno del workshop in sessione aperta. Il totem può essere personale o collettivo. Il totem può essere realizzato all'interno o all'esterno nella natura. Un totem può trovare la sua origine o / e iniziata da un luogo o da un'idea, che ha bisogno di oggetti per renderla reale. È un lavoro per trovare lo spirito degli oggetti, l'energia di un luogo, la magia di un edificio, un presente carismatico di una "scultura evolutiva". Per vedere qualche immagine, foto di TOTEM TRIBUANA, clicca qui.

20. TRIPASS TRIBUANA. Quando lo spirito del totem si concentra su un pezzo di carta, diventa un'immagine, un disegno in una pagina e una serie di sillabe nella pagina successiva, che viene costruita con i giorni che passano aggiungendo ogni giorno una forma o una linea di colore e una sacra sillaba. È ciò che viene chiamato: il Compact Disk dell'identità personale o Diskette o Tribuana Passport (Tripass)

21. Un'introduzione al rituale, onorando gli strumenti del lavoro, dello spazio di lavoro e dell'ambiente. Facciamo qualche riferimento, su RITUAL, è l'azione che fai con il senso e il presente dello spirito, l'atto di rispetto, l'onore, consapevole del misterioso potere invisibile di Cosmos Onnipotente. Ci sono "rituali", come entrare in un tempo-spazio di lavoro, come iniziare. Nessuno è in relazione alla "religione", poiché la religione ora è maltrattata, guidata politicamente, l'ambizione personale e l'interpretazione lo hanno reso sporco, sporco. Un rituale creato in questo seminario Tribuana sulla via della "religione personale", si riferisce a tutta la presenza: materiale, energia, magia. Un luogo in cui lavoreremo sarà chiamato e trasformato in: DO JO in giapponese o MARGA PURA in parole balinesi. Il luogo è considerato come un luogo in cui si coltiva una VIA (percorso) di VIVERE, CAMMINO-VIA DELLA CONOSCENZA, coltivare un modo / un modo di essere. Ognuno si prende cura della cura del luogo di lavoro, e condivide / partecipa alla sua manutenzione, a pulirlo, a metterlo in ordine prima e dopo il lavoro insieme. Ci sarà un esercizio speciale per risvegliare l'odore del rituale: "pulire lo spazio" alla Tribuana. La preparazione di Marga Pura dipende dal lavoro / lezione da venire, e svilupperà il lavoro di gruppo e risveglierà il senso di consapevolezza, il dovere personale e la responsabilità. Rituale Tribuana fatto in casa? video per cliccare qui

22. Bayu Panah Tribuana, è ispirato al Kyu-Do del tiro con l'arco cerimoniale giapponese. Questo lavoro ha bisogno di arco (arco giapponese di bambù idealmente) e freccia e bersaglio, oppure possiamo usare l'elastico per sostituire il presente dell'arco. Gli studenti devono portare quegli strumenti. una foto di esso, clicca qui. Ci sono alcune sequenze di movimento da ripetere ogni volta in modo cerimoniale e concentrazione intensa, ci sono 8 passi prima di rilasciare una freccia (8 hasetsu). La consapevolezza totale deve essere sviluppata. Video del mio one-ma-show, Roma 1992 con kyu-Do, clicca qui

23. Questionario -Tribuana: lavorare sull'espressione (in forma scritta) di tre parti della vita: i partecipanti al workshop di espressione Tribuana sono invitati a compilare un questionario, un'informazione condivisa, personale, professionale, breve CV caratteristico essenziale, per quanto la tua apertura a essere espressa / esposta.
PASSATO: (quali sono il tuo patrimonio ancestrale, c.v, educazione, workshop importante svolto, incidente importante, esperienze passate importanti);
PRESENTE: (lavoro per vivere, cosa stai facendo ora nel tempo di vita attuale, cosa ti piace esplorare tra 27 "lezioni");
FUTURO: (cosa ti piacerebbe essere nel futuro, i tuoi sogni, il tuo obiettivo ideale nella vita .... avere il coraggio e la sincerità di esprimere non aver paura o timore di scrivere se sei in grado o meno di raggiungerlo) .

Il passato ti renderà sicuro di essere presente, e il futuro attirerà il presente, si spera con gioia.
Per vedere nel simbolo il questionario Tribuana, vedi questa immagine qui sotto.

Notabene: apertura, offerta, determinazione dell'ingresso. Ciò che ottieni dipende dalla tua apertura. Trasformazione delle informazioni.

24. Dialogo personale del nostro multilogo con Tapa Sudana. L'incontro è condividere l'essenza dell'esperienza, trovare la risposta al problema personale, proporre l'opinione, il consiglio, il parametro / riferimento della vita, come essere o non essere, cosa prendere e ignorare, canalizzare il proprio pensiero e l'azione in una direzione. Una conversazione dialettica, tra 2 ci sono i terzi a svilupparsi insieme.

25.. Tribuana post-nota. Questo campo / lezione tribuana è nato dopo il Ritiro di Pasqua presso Casa Natura Alpenise, Cima Grappa, Italia, 28 marzo-1 aprile 2013. Anche se il workshop è finito, ho ancora aperto scambio di impressioni / domande, via mail, skype, Facebook, as i partecipanti desiderano. Ad esempio, fai clic qui

26. Gerak nuraga / Nurani, Olah Nuraga, Gerak Pranatman, ... Danza microcosmica?   Un video da vedere? per favore Klick.
Questo campo da esplorare come lezione, come esercizio, come rituale, come cibo, cibo tribuana, mi sembra venuto dalla mia ricerca passata a Jogyakarta, con Bengkel Teater WSRendra, quella volta, nel 1970, gli attori di Bengkel lo chiamavano "Gerak Indah" = "Movimento artistico / bello" per i primi gruppi, e poi con il secondo gruppo di Rendra a Jogyakarta, in Indonesia, abbiamo esplorato "Gerak Nurani", movimento vocale interiore. Nei miei ricordi, potrebbe essere che ho introdotto e fatto esplorazioni su questo lavoro ad Atene, in un'antica rovina archeologica, nel tardo pomeriggio prima del tramonto, con i partecipanti alla tribuana. Passa un uomo dall'aspetto strano (sembra un eremita) e si ferma a distanza a guardarci, e alla fine del nostro "Gerak Nurani", è venuto da me, dicendo: "non dovresti fare questo movimento qui, sei fortunato , non passano molte persone qui "..... è morto misteriosamente.
Per questo spazio di lavoro clima / ambiente è importante come parte della guida / parametro. Ogni partecipante fiorirà il suo Atmic (Atman) -bud (/ grain), nel proprio periodo primaverile. La primavera può essere creata insieme nello spazio, nel tempo, nella situazione e nei partecipanti. Per iniziare questo lavoro, abbiamo bisogno di iniziarlo dalla lezione 0. Prep. una sorta di meditazione mentale a stato zero. Vocabolario zero. È possibile? hmmm, non lo so, ma stiamo marciando verso di esso, per trovare una "via" in nessun modo. Vegetariano è un passo per mantenere, ed è stato avviato prima, per purificare il sottile impulso interiore che si apre, scaturire dall'impulso interiore in una postura, postura in movimento, in voce, in immagine, in parola ... frasi ... è una celebrazione sacra, personale o di gruppo. I 5 voti sono utili per dominare il momento dell'azione. I criteri della sinfonia cosmica si stanno formando proprio in quel momento, nell'evoluzione, nell'unione con gli altri intorno a te. Un momento stupefacente, che scorre e scorreva attraverso prana, pnefma, chi, ki della vita. Tutti i criteri / il vocabolario della danza devono essere omessi. Niente di più né di sbagliato, di bellezza né di brutto, di simile o di antipatia, .... quindi .... "Ecco, tat twam asi.

27. Impro Tribuana 3 parole, lascia che spring 3 parole solo istantaneamente senza molto pensare, e da ciò improvvisa una canzone, componendo testi e musica; alla fine può crescere in movimento, ballare; il lavoro è come trovare un collegamento naturale da una parola ad un'altra. Le 2 parole come genitori (maschile e femminile, o yin e yang, o carica elettrica positiva e negativa) produrranno il link per / per arrivare alla 3a parola, e poi il 3 produrrà Koan, Hai Ku, poesia, frasi, storia. Come crescere, nutrire, coltivare queste 3 parole in questo campo / giardino / lezione? KEKAYUN può essere una guida.
eccetera; può essere trovato più dalle 3 parole sopra come chiave.

28. KEKAYUN, Albero della frase, Tracing come cresce le parole in frase, che rispecchiano se stessi, quella frase ha il potere di condannare chi parla e chi ascolta. Il maestro per questo campo / lezione è "l'albero". Osserva come l'albero cresce in modo consapevole di come una parola consapevole fluisce dalla bocca, cresce specchiandola con "quale albero?", Cresce come un albero mono-spinale (albero di Natale, albero di cedro (ecc.) O albero che si dirama selvaggiamente incontrollato in tutta la direzione (albero di banyan), libera di crescere i suoi rami come la luce e lo spazio offrono / attraggono (albero di banyan, ecc simili).
Questo lavoro ha bisogno di una mente tranquilla e silenziosa per rispettare e onorare la "volontà" di 1 parola, 2 parole, 3 parole ..... ecc. Le parole possono essere considerate come uno spirito vivente, dato che mater può essere portato in vita (risvegliare lo spirito della vita) da un "attore", attore presente a risvegliare una mater mortale, corpo mortale di umano, burattino, oggetto, maschera, ecc. Per onorare il significato di una parola, per assaporarne i suoni composti da ....? le consonanti e le vocali in essa. Qui un punto di svolta, un punto di partenza si tratterà della magia della "via spirituale", che è stata esplorata da molte religioni. Parlare di spiritualità sulla via della religione, è un modo personale. Vediamo ora all'inizio del terzo millennio, la diversità delle religioni non può offrire la pace in una determinata società, per vivere in una comunità di diversità (come l'Indonesia 15000 isole con diverse etnie, lingue, tradizioni, credenze, religioni, cultura, .. .) Guardate intorno a Gerusalemme, con 3 religioni, nessuna pace che possa durare ...... Quindi, seguendo il percorso dello "spirito" (Atman), come la vita arriva nella materia, dalla cellula morta alla cellula vivente. La pace in un luogo e in sé stessi richiede molti parametri come: clima appropriato, quindi la magia può accadere. Qual è l'altro lato della pace? Quando la pace segue la guerra, la guerra ha bisogno di pistole sssssss ...... Perché le nazioni avanzate (ricche, ricche materialmente) continuano a produrre armi, anche atomiche, su questa terra rotonda della diversità? Perché?
Esemplare nel fare una frase:
"Voglio andare in una città ...... ecc."
"Voglio andare in una città dove posso trovare qualcuno che ..... ecc
"Voglio andare in una città dove posso trovare qualcuno che mi insegni ..... ecc.

Vedi come cresce la frase, come la parola giunge a congiungere la frase scritta ........ ???
Quali sono i bisogni della prima parola?
E una linea di parole incatenate come frase già scritta (la realtà da crescere), frase (non ancora finita / completata) sarà completata .....

Kekayun, kekayon, una figura che il DALANG (burattinaio) danza / muove / dà vita allo schermo dell'ombra suona WAYANG, all'inizio dello spettacolo delle ombre.
Kekayon Bali.

Kekayon Jawa.

È impossibile fare tutti questi 29 campi / lezioni durante il workshop (0-28), ma possiamo esplorarli e assaggiarli ciascuno durante i primi 2 giorni, e quindi sei libero di lavorare più a fondo su uno o alcuni di essi. Come? Lo decideremo insieme al tempo, allo spazio e agli strumenti. Un workshop residenziale è il momento migliore per lavorare su Tribuana.

Se il teatro è il "diamante della vita", il suo obiettivo dovrebbe essere quello di cristallizzare l'esperienza della vita in una memoria luminosa. La memoria crea vocabolario, linguaggio e strumenti di espressione. Risvegliando e coltivando l'espressione dei "tre mondi" (tribuana = corpo, energia vivente, pensiero), seguiamo la via dell'armonia con la natura, adattando la loro realtà ai bisogni dello spazio, del tempo e della situazione; Da ricordare e ben considerato, da dove vieni (punto di partenza) e dove andare (destinazione). Il tempo è un libro, dove si registra la vita, la linea del destino, nella vita ci sono lavoro e tutte le informazioni.

Il destino portato dal personaggio, il carattere costruito per abitudine, l'abitudine si crea nell'azione quotidiana, il lavoro / azione ripetuti, l'azione viene dal pensiero / idea di "buona destra". Quindi dall'idea (quello che hai in mente) al destino, c'è del lavoro da fare.

Un attore (Tri Buana) deve essere in buona salute (tribuariamente: mente, energia e corpo), nel modo di armonia, per essere in grado di animare la storia (che li anima) e di offrirla al pubblico che è venuto per condividere l'account autentico della storia.

Per i partecipanti Tribuana, vale la pena e il rispetto di coltivare
questo 5 ways.promise, regole, voto, .... (dipende dal vostro coinvolgimento), il 5 dita Tribuana:
 CINQUE GIURAMENTI/ Voci/ Condizioni/ Regoli. porta quel voto nelle tue 5 dita.
1.    Rispettare, incrementare, coltivare la propria natura, la propria personalità.
2.    Essere veri, sinceri, onesti.
3.    Onorare la propria conoscenza, il proprio lavoro.
4.    Essere in armonia con il mondo.

5.    Risvegliare e coltivare il maestro interiore.


Riferimenti agli attori Tribuana, clicca qui

Riferimenti del maestro Tribuana, clicca qui

Brahman significa il supremo imperitura. Il regno del SÉ è la pura essenza liberata del proprio essere. Agire significa essere sulla via della manifestazione del processo creativo, che conduce l'ESSERE invisibile all'esistenza (REALIZZAZIONE).
Ispirato da Bhagavad Gita, canzone VIII, 3.

Cos'è la Bhagavad Gita? Fai clic qui per un video del libro audio.

Tapa Sudana,
Montreuil, aggiornato il 29 dicembre 2013, 22.05
tapasudana45@gmail.com
++ 33 6 1719 6888

prossimo workshop tribuana:

Sunday, February 11, 2018

Stage Tribuana, expression 3 mondes à Catania, 8-18 mars 2018


articolo in evoluzione
giving workshop Tribuana, theater&life

menu di lavoro: tribuana tongkat, + conferenza degli uccelli

ognuno porta il suo bastone / tongkat,
 in legno 
di diametro 35 mm, 
altezza = distanza dal centro al sopracciglio (terzo occhio, punto adnya cakra tra le sopracciglia.

IL SALUTO DEL BASTONE. 
Oh Terra,
Oh Cielo

Aiutami ad essere presente

Per avanzare nella vita
Interrogo il passato,
E trasformo
Lascio l’inutile
E colgo il momento giusto
Cerco il bersaglio
Lascio morire qualcosa di me
Per far nascere il nuovo
Prendo il sogno
Lo porto a me
Lo rendo chiaro
All’altezza dello spirito, del cuore, della materia.
Da Laura Giudici

video salutation Tongkat Tribuana con canzone CARE SUZUKI.
+ esercizio riscaldamento, stretching, rilassamento, fortificazione, con sorriso interno, suono, ritmo




Conference of the birds PETER BROOK, in Australia






27 Campi di esplorazione – 27 Lezioni Tribuana
tradurre da Antonio Cargnello, Teatro Invisibile, Padova.
La mia opinione: a Bali, gli attori si comportano come dei servitori. Essi servono una storia (o “qualcosa”) che deve essere raccontata (onorata). Occorre che la storia sia più importante, più interessante e al di sopra di loro; la storia ha già una vita. Questa storia comprende meglio la conoscenza, la saggezza, come una strada naturale, visibile o invisibile, comprensibile o incomprensibile, da seguire. Per rivelare questa vita (questo mistero), gli attori devono mobilitare tutte le loro risorse. Il lavoro consiste nel risvegliare, coltivare ed unificare l’espressione dei tre mondi (corpo, emozione e pensiero) per giungere ad un’espressione totale attraverso un approccio profondo, intellettualmente scientifico ed anche intuitivo, analitico e globale.
Tapa Sudana


Il lavoro TriBuana si articola attraverso i seguenti campi di esplorazione:


1. Il Penchak Silat o Silat (arte marziale indonesiana = l’arte della sopravvivenza). Prevista per questa lezione una tenuta completamente bianca (pantalone e T-shirt bianchi se è possibile)

2. Il Tai Chi (dei movimenti che conducono alla coscienza dall’articolazione fisica e dell’energia = chi)

3. Il Chi Kung ( esercizi fisici e mentali che conducono alla coscienza dell’energia preziosissima e sottilissima che ci anima)

4. Un lavoro di percussioni ispirate dal KO DO (tamburo giapponese) per esercitare il ritmo, la resistenza e la forza, le voci dei Tre Mondi. Lo strumento KO DO è da costruire.

5. Lo Yoga delle posizioni statiche; la sensibilità che permette di sentire l’impulso interiore che porta un attore all’azione ed alla realizzazione.

6. Il Pranayama, esercizi di respirazione; ispirazione ed espirazione dell’energia (per percepire e sperimentare differenti tipi di energia);

7. Alcuni esercizi di salute taoisti ( utilizzando l’immagine, il movimento, le emozioni, il suono e le attività mentali)

8. Il lavoro del bastone (Tongkat): gli attori manipolano il bastone e giocano ripetendo precisamente alcuni movimenti. L’esercizio del bastone è ispirato dall’arte marziale e mira al riscaldamento, al lavoro di gruppo, e a destare la sensazione di essere “pronto a seguire” (nel senso che l’attore segue e dà vita ad un personaggio/una storia.) I partecipanti sono invitati a portare con essi: oggetti, maschere, strumenti di musica, un bastone di 35 mm di diametro e di una lunghezza pari a quella che va dai piedi alle sopracciglia/terzo occhio.

9. Lavoro con le maschere, di musica-percussioni, degli oggetti, delle storie che saranno raccontate individualmente o in gruppo.

10. Lavoro con lo strumento musicale/percussione.
11. Lavoro con l’oggetto (accessorio), come attrezzi d’espressione o accessori per raccontare una storia.

12. Improvvisazione.

13. Un lavoro nel gruppo e sul gruppo: volgendosi al centro (l’essenza) dell’interesse comune del gruppo, per sapere “la cosa magica e misteriosa che ci lega insieme” si va a dare nascita alla storia che sarà condivisa pubblicamente in seguito. Il “racconto della storia” riguarda ciascuno; allo stesso tempo gli attori restano aperti, svegli, sinceri, essenziali, dunque semplici e diretti. Comprendere “teatralmente” è un’azione, con o senza accessorio, fatta di emozione e di comprensione.

14. Kéchak: è all’origine un coro vocale di tutti gli abitanti del villaggio i quali partecipano a questa danza/transe di Bali, sacra, al fine di allontanare le malattie contagiose e mortali, le energie negative/distruttive, il disastro naturale che minaccia di distruggere la vita dell’uomo, animale o vegetale. Questa danza permette agli attori di lavorare sulla voce, sui ritmi collettivi, la coscienza e l’energia del gruppo. È un lavoro sull’armonizzazione, risveglio dell’energia cosmica del gruppo per le guarigioni.

15. Gli attori muovono e danzano su delle musiche etniche, cantando delle canzoni dei differenti paesi

16. Un lavoro sulla sillaba-sacra / sua / voce personale. Trovare, dare nascita ad una sillaba ogni giorno. Una sillaba corrisponde ad un suono ed è composta da una vocale e da 1 a 4 consonanti. Come per il totem, la progressione del lavoro, della composizione, del suono, si sviluppano in modo tale che il lavoro/composizione/suono del primo giorno darà nascita alla sillaba del secondo giorno; la realtà del secondo giorno darà nascita al terzo giorno, ecc.

17. Meditare delle brevi frasi che sono da considerare come il cristallo del pensiero, i frutti della contemplazione. Riflettere e scambiare delle opinioni, discutere in gruppo; tutte queste attività sono il campo, dove il pensiero può essere coltivato e trascinato per produrre un linguaggio teatrale comune.
18. Ascoltare delle storie che sono raccontate dai partecipanti o da me stesso e che daranno poi spunto a delle improvvisazioni. Trovare un linguaggio comune da esplorare e da costruire insieme. Dare vita ad una storia consiste nel trovare insieme l’impulso interiore della storia, dentro di noi, un lavoro dove si sperimenta la condivisione del cuore.

19. Lavoro sul “totem”. Un totem è una composizione materiale che si sviluppa aggiungendo qualche cosa ogni giorno alla composizione; è presentato ed è visitato l’ultimo giorno dello stage. Il totem può essere personale o collettivo. Un totem può trovare la sua origine e può avviarsi a partire da un luogo o di un’idea che ha bisogno di oggetti per diventare un realtà fisico/materiale.

20. Quando lo spirito del totem si concentra su un foglio di carta, diventa un’immagine, un disegno che si costruisce col passare dei giorni aggiungendo quotidianamente una forma o una linea di colore. È ciò che si chiama: l’Hard diskdell’identità personale o Dischetto.
21. Un’introduzione al senso del rituale e del sacro, onorando gli strumenti di lavoro, lo spazio di lavoro e l’ambiente naturale. Un luogo dove lavorate ( Do JO/MARGA PURA) è considerato come un luogo dove si coltiva un modo di vivere/un cammino di Vita. Ciascuno prende parte al colloquio ed alla preparazione del luogo; ciò conduce al lavoro di gruppo ed al senso della responsabilità.

22. Bayu Panah, è ispirato dal ‘Kyu-Do’ del cerimoniale giapponese del tiro con l’arco. Questo campo di lavoro necessita di un bastone flessibile ( il bastone di legno di bamboo sarebbe ideale ), di frecce, di bersaglio e di corda, anche se possiamo usare l’elastico per questa funzione. I partecipanti devono portare questi oggetti, che poi potranno essere assemblati sul posto.
Ci sono alcune sequenze di movimenti che vanno conosciuti, appresi e ripetuti ogni volta, prima di scoccare il tiro, come in un cerimoniale per un’intensa via di concentrazione. Una totale consapevolezza è da scoprire e trovare.

23 Questionario Tribuana: lavoro sull’espressione (con la scrittura) delle tre suddivisioni del tempo della vita: PASSATO (ciò che ereditiamo dagli antenati, CV, educazione, laboratori importanti a cui si è partecipato, incidenti rilevanti, esperienze importanti del passato); PRESENTE (il lavoro che facciamo per vivere, cosa facciamo nel tempo presente, cosa ci piacerebbe esplorare delle 25 “lezioni”); FUTURO (cosa ti piacerebbe essere/fare in futuro, i tuoi sogni, il tuo scopo ideale nella vita…. con il coraggio e la sincerità di esprimersi senza timidezza o paura di scrivere, indipendentemente dal capacità o meno di raggiungere gli obbiettivi dichiarati)

24. Dialogo con Tapa, uno scambio personale, per porre le proprie domande/questioni personali, o per parlare e lavorare su qualsiasi cosa in cui sentiate Tapa possa esservi utile. Non è obbligatorio,  ma Tapa desidererebbe onorare la tua presenza scambiando opinioni, spunti per la vita, lavoro su specifici temi… Il momento per questo scambio è da stabilire nel workshop, durante le pause e gli intervalli.

25. Post-note Tribuana: i frutti del lavoro di un workshop, sotto forma di intuizioni, comprensione, realizzazione, possono maturare anche una volta che questo è terminato,  in questo senso il laboratorio si estende prima (preparazione) e  oltre (rielaborazione) il periodo residenziale. Rivisitare il lavoro passato per comprendere la trasformazione del presente, e individuare la direzione verso cui indirizzare le azioni future. Questa lezione è nata dopo il Ritiro Tribuana di Pasqua a Casa Natura Alpenise, dal 28 Marzo al 1 Aprile 2013.

26. Gerak nuraga, Olah Nuraga, Gerak Pranatman, … La danza del microcosmo. Questo campo da esplorare come lezione, esercizio, rituale, come “cibo” Tribuana (per il corpo, per le emozioni e per la mente), lo sento arrivare dai miei studi in passato a Jogyakarta con Bengkel Teater W.S.Rendra. In quel periodo, attorno al 1970,  gli attori di Bengkel chiamavano questo lavoro “Gerak Indah” = “Movimenti artistici/aggraziati”, poi, con il gruppo di Rendra abbiamo esplorato “Gerak Nurani”, i movimenti della voce interiore. Nei miei ricordi ho esplorato e presentato poi questo lavoro ad Atene, nelle antiche rovine, a sera tarda prima del tramonto, con partecipanti Tribuana. Per questo tipo di lavoro lo spazio, l’ambiente e il clima/atmosfera sono fondamentali come parte della guida al lavoro stesso. Ogni partecipante fiorisce il proprio “germoglio ATMICO”, il seme, nella propria primavera. Per cominciare questo lavoro dobbiamo iniziare dalla lezione 0, PREP, una sorta di Zero mentale meditativo. Una dieta vegetale è un passaggio da sostenere e da iniziare precedentemente, per purificare i raffinati impulsi interiori che liberano e sprigionano in una postura, la postura in movimento, il movimento in voce, in immagine, in parola, frase… è una celebrazione, personale o di gruppo. I 5 giuramenti sono parametri utili per guidare il momento dell’azione. I criteri di questa “sinfonia cosmica” si definiscono nel lavoro stesso, in evoluzione, nella relazione con gli altri attorno.
Se il teatro è il “diamante della vita”, il suo scopo dovrebbe essere di cristallizzare l’esperienza/storia/realtà in espressione, risvegliando e coltivando l’espressione dei tre mondi (corpo, emozioni, pensiero), seguendo la via dell’armonia con la natura ed adattandosi ai bisogni dello spazio, del tempo e dell’ambiente/situazione.
Un attore deve essere in buona salute, equilibrato e sensibile, per essere capace di animare la storia (che lo anima), e di offrirla al pubblico che è venuto per condividere il racconto autentico.
  
Brahman significa l’ Essere supremo immortale. Il campo del Se è l’essenza libera e perfettamente chiara di ogni essere. “Agire” significa essere sulla via della manifestazione del processo creativo che conduce l’essere all’esistenza. ( tratto dalla Bhagavad Gita, canto VIII, 3,)

TAPPE DEL LAVORO
1. Concentrazione, con centro, qui ora, subito.
2. Percezione, osservazione, prendere, apprendere, apertura dei cinque sensi.
3. Esperienza, memoria, comprendere, vocabolario.
4. Immaginazione, energie/forza mentale.
5. Espressione.
6. Proiezione, condividere, trasmettere.
7. Ritmo, cuore, vita.
8. Essenza, messaggio.
9. Armonia, yoga, tao, nature, universo.

I CINQUE GIURAMENTI/ VOCI/ CONDIZIONI/ REGOLE
1. Rispettare, incrementare, coltivare la propria natura, la propria personalità.
2. Essere veri, sinceri, onesti.
3. Onorare la propria conoscenza, il proprio lavoro.
4. Essere in armonia con il mondo.
5. Risvegliare e coltivare il maestro interiore.

PUNTI DI RIFERIMENTO
1. Coscienza dei tre mondi: fisico/movimento –emozione/cuore – pensiero/intelletto.
2. Jo-ha-kiu : inizio – sviluppo – conclusione.
3. Il ciclo della natura: autunno – inverno – primavera – estate.
4. Pensiero – Parole – azione : manachika – wachika – kayika.
5. Luogo – tempi – situazione : desa – kala – patra, come uno dei parametri della verità.
6. Dono/talento – Sforzo/lavoro – Fortuna/destino/momento giusto.
7. Attore/attrice – storia/testo/messaggio – spettatore/spettatrice.
8. Coscienza dell’impulso interno, muscoli, ossa.
9. Musicalità: ritmo – melodia – accordo/armonia.
10. Yin – Yang, buono – cattivo, positivo – negativo, sinistra – destra, ……
11. Movimento – suono/musicalità – testo/parole.
12. Nascita – vita – morte:metamorfosi.
13. etc……

esercizio salute taoiste


Salutation Tribuana
Salutation Tribuana, 
apertura e chiusura di una sessione di lavoro











Per colazione al mattino, prendi una frase di saggezza per contemplare, per nutrire il triangolo di Tribuana, il pensiero


1. Il fiore nascosto in te non tarderà ad uscire, nutrilo profondamente.
2. Come il sole risorgi e illumini sempre.
3. Noi vediamo solo quello che sappiamo vedère.
4. "Governare " ogni minuto per poter migliorare il tempo.
5. Le mucche sono di diversi colori, ma il latte è sempre bianco.
6. Il corpo sa.
7. Chi va piano va sano e va lontano, chi va forte incontra alla morte.
8. L'incredibile è una pagina bianca che noi stessi dobbiamo scrivere.
9. Lascia che la luce senza ombra ti guidi
10. Una candela non perde niente della sua luce quando illumina un'altra candela.
11. 'Perché piangi? Soffri? " No sono contento. 'Cosa è successo? " Ho incontrato la mia fragifità 'E cosa ti ha detto? " Benarrivato, amico mio.
12. Ascolto il canto dell'uccello non per la sua voce, ma per il silenzio che le segue.
13. "Or rient"... oro ridente; senza oriente: disorientato.( Or..riant sans orient disorienté).
14. Che ogni mattino quando mi risveglio sia come unfiore che non cessa mai di aprirsi, e sembra dirmi: io sono qua.
15. Il silenzio parla. Ascolta.
16. Tutta la vita è un combattîmento, con le paure, le debolezze, le insicurezze. L'importante è combattere con gioia.
17. La natura non puà mentire.
18. L'attore non deve recitare, ma lasciarsi recitare dalla parola, dall'interiore della parola, che non è nelle parole.
19. Ogni sorriso che mi donate è un sole che mi aiuta a crescere.
20. Dato senza volère, l'amore riceve.
21. Amore è morte, niente è più forte.
22. L ' "io " è catturato da me; 'Io " attraverso il me, me è morto."Io " sono il passaggio.
23. L'essenziale è invisibile agli occhi, impercettibile ai sensi.
24. Noi siamo nati nel mondo, il mondo ci appare, quello che nasce in noi. Noi siamo il teatro del mondo.
25. Tutte le possibilità dormono nell'uomo, come un albero dorme nel suo seme.
26. Miglior medico?... La vita.
27. Saggezze. Frutti dell'étà dopo il passaggio del silenzio luminoso.
28. Non le mie spine mi proteggono, disse la rosa ma il mio profumo.
29. Dall'uno nasce il multiplo: nel multiplo si trova 1'uno.
30. Ogni parola désigna lo sconosciuto.
31. L'arte rende visibile l'invisibile.
32. Ciò che il corpo è per l'anima, è l’olio per la lampada.
33. Cos’è inevitabile? Lafelicità.
34. Io sono colui che segue.(Je suis celui qui suis)
35. Lascia che la natura sia il tuo maestro; dai il meglio di te in ogni cosa.
36. Ciò che lega tutte le cose non puô essere né visto, né mostrato, né pensato, né detto.
37. Aprire gli occhi sul mondo fino a vederlo interiormente.
38. Una frase non ha senso fin che non la si legge.
39. La natura è composta di tre cose: "Tamas" (oscurità, inattività), 'Rajas" (attività, attrazione o repuisione), "Sattva" (équîlibrio di Tamas+Rajas).
40. Sentire, come il primo istante dura per sempre.
41. A teatro lo spazio risponde.
42. Niente in tuo possesso, da niente posseduto.
43. Il tempo per: mangiare- digerire- riposarsi- contemplare- raccogliere- agire. L'étà non diminuisce mai.
44. La verità è venuta a risvegliare la materia in noi, per noi.
45. All'istante, nell'istante il mondo arriva interamente all'interno del sé.
46. Il miracolo nel palmo vuoto di una mano.
47. Anche il giorno più nero porta luce.
48. Postura come l'inizio dell'intenzione per le azioni.
49. Le mani gesticolano la comprensione.
50. Fédère me stesso in te, perdere e trovare se stessi negli altri. Averlo, averla, insieme. Due ma uno.
51. Una piccola differenza sépara infinitamente il cielo dall'inferno
52. Il primo sarà ultimo e l’ultimo primo.
53. Chiunque volesse salvare la sua anima la perderà.
54. La lotta tra ciô che piace e ciô che non piace è la malattia della mente.
55. Il pensiero fa nascere la parola, la parola fa nascere l'azione, l'azione fa nascere l'abitudine, l'abitudine fa nascere il carattere, il carattere porta il destino.
56. Nel bisogno si riconosce l'amico.
57. Catturare la presenza. Essere o non essere... ma come.
58. Non cè né buono né cattivo senza il pensiero.
59. Una ruota che gira porta un centro immobile.
60. Il cammino non è difficile per quelli che non hanno prefèrenze.
61. L'amore fa passare il tempo e il tempo fa passare l'amore.
62. Interamente dentro, distaccato e libero.
63. Il mondo intero puà essere contenuto all'interno di una parola.
64. Aziona il muItiplo! Il multiplo agisce.(act the/acted by multiple, the multiple act).
65. In verità il regno dégli Dei è in noi.
66. Grazie, mi avete dato un consiglio incomprensibile che mi ha ben chiarito e molto aiutato.
67. Spiazzarsi ... ... ... ... per piazzarsi.
68. Amare, vivere la realtà degli altri.
69. Io servo a te per capire come tu puoi servire a me cosi potremo servire "qualcosa " insieme.
70. La pazienza, l'essenziale qualità dell'essere umano.
71. Cercare la luce più brillante portando l'ombra più oscura.
72. Corpo- Emozione- Pensiero. Tra il cielo e la terra, il giorno e la notte, essere in vita. Che faccio io per nutrirli?
73. Energia è muscolo, energia è cibo, energia è emozione, energia è pensiero, energia è mente, energia è luce e ombra, energia è silenzio. Nel vuoto è ancora energia.
74. Niente è impossibile per una mente che ha volontà.
75. Il miserabile non ha altra medicina che la speranza. Ho speranza di vivere, sono pronto a morire.
76. Nei tre mondi (corpo, emozione, pensiero), ogni cosa dipende "la mente”.
77. Lascia la tua mente fluire, La mente di un uomo perfetto è come uno specchio, riflette ma non trattiene, non si aspetta nulla Il perfetto può agire senza sforzo.
78. Risvegfia la mente senza fissarla da nessuna parte.
79. Cosè la morte? Siamo ventuno. Cosè la vita? Siamo ventuno.
80. Giorno dopo giorno il sole sorge ad est. Giorno dopo giorno il sole tramonta ad ovest.
81. Non dipendere dalle parole nello scrivere, punta direttamente alla natura della mente.
82. La tranquillità penetra la roccia e rotola tranquillamente.
83. Uno che ha grande capacità in un'arte lo dimostra in ogni sua azione.
84. Silenzio nella mente, silenzio nel respiro, il vero pensiero è silenzio.
85. Non dipendere dalle parole mentre parli, dirigiti puntando alla natura dell'uomo.
86. L'allegria è un regalo del cuore.
87. Il vento non ha volontà. Il tuo pensiero quotidiano quella è la strada.
88. Danza, movimento denso, ritmo universale si manifesta nella calma interiore.
89. Questa mattina una collina senza nome è velata di nebbia. Per favore mettete la mia anima a riposo.
90. Conoscere gli altri è saggezza, conoscere se stessi è illuminazione.
91. Pensare, aprire un cammino, luce per gli ignoranti.
92. Il filo tagliente di una lama taglia il lègno, il filo tagliente di una parola taglia il sé.
93. Inutile dire cose già dette.
94. Pazienza! Vai mucca, con il tempo, l'erba diventa latte. Ma come? Lavoro, ruminaré.
95. Ciô che ci unisce, non può essere percepito, al di là del pensiero, non bagnato dall'acqua, non bruciato dal fuoco, non seccato dal vento, senza inizio né fine.
96. In mezzo al più grande silenzio e solitudîne, trova lapiù intensa attività; e in mezzo alla più intensa attività trova il silenzio e la solitudine del déserto.
97. Ogni lavoro è solo per portare fuori il potere della mente, chi è già là, svegli l'anima
98. Il carattere è fatto dal 'Karma ", manifestazione della volontà.
99. L'esca nasconde non l'amo ma la trappola. Il profitto confiene il pericolà.
100. Senza la lingua, cercare attraverso le lettere, scopri l'essere.
101. Le parole sincere mancano spesso di eléganza; le parole eléganti sono raramente sincere.
102. La vità è una parentesi luminosa tra il nulla e il nulla.
103. L'uomo maestro di sé non avrà altri maestri.
104. La semplicità è essenziale.
105. Un viaggio di mille luoghi è cominciato da un passo ... passaggio ... passo saggio.
106. Gli eccessi uccidono più sicuramente che le spade.
107. L'unità nella varietà è il piano della creazione.
108. L'uomo si forma, attraverso il lavoro che lo forma la sua immagine quotidiana.
109. Nel bisogno si riconosce l'amico; un amico è un altro noi stessi. Amico di tavola è variabile
110. Se non conosci la vita, come fai a conoscere la morte.
111. Il cammino della riuscita: il dono/ il talentol il lavoro, lò sforzol/ l'occasione, il destino.
112. Il potere della mente è infinito mentre la fronte è limitata.
113. Sapere quando si cammina, cosa cammina/funziona e cosa no. di questo passo, passa un presagio, chi passa in questa vita? (ça marche, ou ça ne marche pas)
114. Avanzare nell'espressione fino a negare la parola.
115. Chi è schiavo dei suoi désidéri non puô allô stesso tempo restare maestro di se stesso.
116. Nutrire il pensiero, lo spirito, l'émozione, il corpo, cosa faccio io?
117. Il recitare è il movimento del pensiero incorporato e sonorizzato.
118. Sentire la propria presenza, la propria persona in tutta la sua presenza, dare il senso.
119. Le tue parole- il tuo specchio.
120. Ogni cosa esiste in relazione con le altre cose.
121. Un momento d’impazienza procura spesso un dispiacere che dura tutta la vita.
122. Il pensiero si libera attraverso le parole che lo imprigionano.
123. Chi si affretta troppo resta sulla strada.
124. Quello chefate agli altri vi sarà reso.
125. Portatore dei vuoto, attore vivente ... passaggio ... messaggio ... sé che si addestra.
126. Noi siamo riuniti all'interno delle parole, privato della lingua, l’universo parla.
127. Teatro ... la passione del pensiero incorporata nello spazio.
128. Il mendicante ha il cielà e la terra come vestiti d’estate.
129. Si ai paura, paura di sé.
130. Men sana in corpore sano.
131. Con centro ! Ma dové il centro.